sabato 8 aprile 2017

Recensione: Per addestrarti di Chiara Cilli

Cover: 

Il blog si tinge di rosso, per ospitare la recensione di questo romanzo, quarto romanzo della saga Bood Bonds... Emanuela lo ha letto per voi... e questa è la sua opinione...



*Attenzione*
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18

Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.

Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.

Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.

Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.

Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.

L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.

La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.

Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.



Nei libri precedenti Andrè ci era stato presentato come il più spietato dei fratelli Lamaze.Non aveva debolezze,era di puro acciaio e assolutamente non incline a qualsiasi tipo di emozione.
Ma in questo romanzo con grande sorpresa lo vediamo pian piano,abbassare la guardia e mostrare un lato umano che non avremmo mai pensato potesse avere.

"ERO UNA PATETICA MARIONETTA IN BALIA DEL TERREMOTO CHE QUELLA PICCOLETTA AVEVA SCATENATO IN ME.UN TERREMOTO CHE AVEVA SCHEGGIATO LA CORAZZA DI ODIO E IRA IN CUI,IN SOLITUDINE, AVEVO VISSUTO FIN DALLA MORTE DI NOSTRO PADRE. UN TERREMOTO CHE PORTAVA CON SÉ QUALCOSA CHE NON AVEVO MAI PROVATO. QUALCOSA CHE NON VOLEVO PROVARE."

Tutto questo grazie a Nadyia,una piccola rossa,indisciplinata,determinata e straordinaria nel tenere testa allo spietato Andrè.

"<<PERCHÉ LO STAI FACENDO?>>CHIESI,IN TONO ADIRATO E SCONFITTO. ANDRÈ MI SCRUTÒ DALL'ALTO CON SUFFICIENZA.
<<PER ADDESTRARTI>>".

Il legame che li unirà è fantastico, intenso, lo vedi crescere pian piano, ne sei partecipe.È un continuo sali e scendi che intriga e fa desiderare di farne parte.Lotteranno per restare lontani....non ci riusciranno nonostante entrambi rischiano la vita.

" HO DOVUTO LASCIARLA,O SAREMMO MORTI."

"CREDEVO SAREBBE TORNATO PER PORTARMI VIA.
           MA NON L'HA FATTO."

Poi entriamo finalmente nel mondo della spietata Nella,nonostante la crudeltà e l'efferatezza del personaggio,non si riesce ad odiarla.
E che dire di Ekaterina,la killer della Regina,spietata,ma al tempo stesso in qualche modo vicina e solidale con Andrè ed Nadyia.Mi piace questo personaggio e spero di dividerlo.
Infine mi è piaciuto molto il fa sbucare ogni tanto gli altri e fratelli,ti riallacciano agli altri libri riaccendendone il ricordo.
Ora aspetto con ansia i prossimi.

Cinque cuoricini per Chiara Cilli
alla prossima lettura...



Nessun commento:

Posta un commento